rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Minacce col fucile, condanna 'soft'

Ardizzone incassa 1 anno e 2 mesi. Accusato anche di 4 violazioni della sorveglianza speciale

Un anno e due mesi di reclusione. Questo il verdetto del gup Alessandra Grammatica del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti del casertano Danilo Ardizzone, all'esito del processo celebrato con rito abbreviato. 

Ardizzone era accusato di 4 violazioni della misura di sicurezza della sorveglianza speciale oltre che di aver minacciato con un fucile, regolarmente detenuto dal padre, una persona per questioni economiche. Accuse gravi per cui il pubblico ministero aveva invocato una pena complessiva di un anno e 8 mesi. Hanno retto le argomentazioni del difensore dell'imputato, l'avvocato Natalino Giannotti, che è riuscito ad ottenere una pena ancor più bassa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce col fucile, condanna 'soft'

CasertaNews è in caricamento