Minaccia col coltello il vicino di casa: 56enne finisce ai domiciliari

L'uomo era già sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora, ma è scattata l'ordinanza di aggravamento

(foto di repertorio)

Minacce, maltrattamenti e violazioni dell'obbligo di dimora. Finisce ai domiciliari F. F., 56enne di Casal di Principe residente nel veronese. Ad eseguire il provvedimento restrittivo nei confronti dell'uomo (celibe e positivo in banca dati), emesso dal tribunale di Modena, sono stati i carabinieri della stazione di Bardolino.

Secondo quanto riferiscono i colleghi di Verona Sera, l'ordinanza di aggravamento è scattata a seguito delle ripetute violazioni degli obblighi imposti dalla precedente misura cautelare dell’obbligo di dimora con permanenza notturna, al quale il 56enne era sottoposto per i reati commessi il 6 settembre. In quell'occasione infatti venne arrestato dai carabinieri di Modena per guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale, così dopo l'udienza di convalida è stata disposta a suo carico la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Garda con divieto di allontanamento dalla propria abitazione dalle ore 20 fino alle 7 del mattino.

Il 56enne tuttavia - secondo quanto riferisce l'Arma dei carabinieri - si sarebbe dimostrato sin da subito poco incline a rispettare il provvedimento restrittivo, violandolo sistematicamente e in più occasioni. La prima violazione risalirebbe al giorno successivo alla sottoposizione, ovvero il 7 settembre scorso, quando si sarebbe allontanato dalla propria abitazione senza giustificato motivo e senza comunicare nulla nemmeno alla compagna convivente, ripetendo poi il medesimo comportamento anche in altre occasioni. Secondo i carabinieri, oltre a queste violazioni, F. F. avrebbe mostrato una notevole pericolosità sociale, rendendosi responsabile delle seguenti violazioni: il 13 settembre, per futili motivi, avrebbe minacciato con un coltello un vicino di casa; il 14 settembre è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia dalla compagna convivente, che è stata quindi collocata in una struttura protetta; nello stesso giorno, inoltre, la locataria dell'abitazione dove era domiciliato, aveva presentato una denuncia ai carabinieri riferendo che il 56enne aveva danneggiato volontariamente le scale d’ingresso con un bastone.

I carabinieri a quel punto hanno informato dei fatti l'autorità giudiziaria, chiedendo un aggravamento della misura cautelare. Esaminata l’informativa e concordando pienamente con i risultati dell'attività investigativa eseguita dai carabinieri, il tribunale di Modena ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento