Minacce al 'rivale', arrestato titolare di un'agenzia funebre

Contestata l'aggravante del metodo mafioso: in manette anche un affiliato del clan dei Muzzoni

Arrestato Pietro Cirella, il titolare dell'agenzia funebre 'Cirella' di Francolise. In manette anche Eugenio Galluccio. L'arresto è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Carinola e del Reparto Territoriale di Mondragone che hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare personale emesse dal Giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Napoli su richiesta della Procura di Napoli, Direzione Distrettuale Antimafia.

Il Giudice ha emesso i provvedimenti cautelari ravvisando a carico di entrambi gli indagati gravi indizi di colpevolezza in relazione al reato di tentata estorsione e al reato di illecita concorrenza con minaccia o violenza a carico del solo Cirella. In relazione ad entrambi i delitti è stata ritenuta la sussistenza dell’aggravante del metodo mafioso.

Il provvedimento restrittivo nasce da un’indagine avviata nel novembre 2019 dai Carabinieri di Carinola a seguito della presentazione di una denuncia da parte del titolare di un’agenzia di servizi funebri con sede in Santa Maria la Fossa in relazione a una serie di atti intimidatori posti in essere al fine di impedirgli lo svolgimento della propria attività imprenditoriale sul territorio nel quale già operava uno degli indagati.

Le successive attività investigative consentivano di acquisire elementi di riscontro alle dichiarazioni del denunciante.

I fatti venivano commessi con modalità mafiose dal momento che gli indagati facevano espresso riferimento al gruppo criminale operante nella zona (clan Esposito o dei Muzzoni) sfruttando la pregressa appartenenza del Galluccio al clan, fatto per il quale lo stesso risultava già condannato in via definitiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli indagati venivano tradotti rispettivamente preso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere e agli arresti domiciliari (Cirella Pietro), in attesa degli interrogatori di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento