Pugni e calci ai familiari per soldi: "Vi ammazzo tutti". Arrestato 35enne

Gli atti vessatori andavano avanti da mesi. Il coraggio del padre nel querelare il figlio, ha consentito ai poliziotti della Squadra Anticrimine di intervenire

(foto di repertorio)

Nella giornata di sabato pomeriggio, il personale del Commissariato di Aversa, diretto dal primo dirigente Vincenzo Gallozzi, ha arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli Nord, F.P. 35enne di Aversa. In particolare l’uomo si è reso responsabile, da alcuni mesi, di condotte vessatorie e violente nei confronti dei genitori e della sorella minore. Tali comportamenti, tra l’altro, avevano ormai superato ogni limite, soprattutto verso la sorella, vittima di un forte calcio all’addome che le ha cagionato lesioni giudicate guaribili in diversi giorni.

Le minacce di morte e le offese erano rivolte principalmente al padre, al quale erano sferrati calci e pugni laddove questi non acconsentiva alle numerose richieste di denaro da parte del figlio tossicodipendente. In queste occasioni le minacce rivolte erano solitamente proferite con le seguenti parole: "Vi ammazzo tutti, vi accoltello, vi devo uccidere". Il modus operandi, aggravato anche dall’abuso di sostanze stupefacenti, determinava improvvisi scatti d’ira e di violenza senza alcun tipo di controllo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il coraggio del padre nel querelare il figlio, ha consentito ai poliziotti della Squadra Anticrimine di intervenire e costruire un quadro probatorio importante, terminato con la richiesta da parte della locale Procura di emissione di un provvedimento di natura cautelare personale. Immediato l’intervento dell’Autorità Giudiziaria competente che, avallata la tesi investigativa, emetteva apposito provvedimento di natura coercitiva. Sabato pomeriggio ha avuto termine la vicenda con l’arresto da parte dei poliziotti del Commissariato di Aversa nei pressi dell’abitazione in via Sant’Audenio ad Aversa, ove conviveva con la famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento