Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Rischia di perdere l'affidamento dei figli e minaccia di morte i familiari

Il 40enne è stato rinviato a giudizio e dovrà difendersi in tribunale

Un caso di affidamento dei figli si è trasformato in una complessa vicenda giudiziaria, portando alla ribalta le tensioni e i conflitti familiari in momenti di estrema difficoltà. Un 40enne residente a Santa Maria Capua Vetere è stato rinviato a giudizio per il reato di minacce dopo aver inviato messaggi minatori al fratello, alla sorella e alla cognata.

La situazione ha avuto origine dalla possibilità che l'uomo potesse perdere l’affidamento dei figli, una prospettiva devastante per qualsiasi genitore. Tuttavia, le reazioni dell’uomo sono andate oltre il limite del comprensibile, sfociando in minacce di morte non solo verso il fratello, ma anche verso i suoi figli.

Le parole inviate via messaggio sono state particolarmente inquietanti e violente: “I miei figli soffrono e quindi soffrirà anche il tuo. Deve essere picchiato, lo mandiamo in ospedale, lo posso anche uccidere”, recita uno dei messaggi. Queste frasi hanno immediatamente allertato le autorità, portando la Procura di Santa Maria Capua Vetere a intervenire.

La Procura ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio e ora il 40enne dovrà rispondere del reato di minacce in tribunale. Difeso dall’avvocato Achille D’Angerio, l’uomo affronterà il processo presso il Tribunale sammaritano, dove le sue parole verranno valutate in dettaglio per determinare la gravità e le conseguenze legali delle sue azioni.

Nonostante la gravità dei messaggi, l’avvocato difensore potrebbe argomentare che l’episodio rappresenti un momento isolato di estrema rabbia, senza precedenti simili che possano indicare un comportamento continuativo o premeditato. Tuttavia, indipendentemente dal contesto emotivo, le minacce di morte e la violenza verbale non possono essere giustificate né minimizzate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischia di perdere l'affidamento dei figli e minaccia di morte i familiari
CasertaNews è in caricamento