Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Maddaloni

Autisti e mezzi delle ditte dei Casalesi, interdittiva per azienda trasporti

La decisione della Prefettura di Frosinone: "Operazione di facciata"

Dietro la società Futura con sede a Veroli, nel frusinate, si cela la longa manus di imprenditori casertani ritenuti vicini ai Casalesi colpiti da numerose interdittive antimafia e ritenuti vicini al clan dei Casalesi. Per questo motivo il prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli, ha disposto la misura interdittiva anche per la Futura dei soci Tommaso Geremia, di Cassino, e Giuseppe Capasso, 40enne di Caserta, in precedenza dipendente proprio di una delle aziende del gruppo vicino al clan.

Dagli accertamenti effettuati sulla società di trasporti di Veroli, è emerso come al suo interno siano confluiti sia i mezzi sia gli autisti precedentemente impiegati nelle aziende casertane colpite precedentemente da interdittiva. La prefettura di Frosinone ha sottolineato come la Futura sia una "manovra di facciata" e che Capasso e Geremia non siano altri che dei prestanome. 

"La ripresa economica è bene che avvenga su progetti chiari e impegno per il bene collettivo, tenendo, per quanto possibile, lontana la mala impresa fiancheggiatrice della criminalità organizzata. Per tale ragione, nei giorni scorsi, si conferma che è stata emessa un'altra interdittiva antimafia per un ulteriore impresa di trasporti i cui titolari facevano da schermo al solito gruppo dei Casalesi, da lungo tempo impegnati e appassionati in questo settore di attività e collezionisti di misure di rigore. L'impresa in questione, per non consentire di equivocare o di avere dubbi, utilizzava direttamente mezzi e personale dei Casalesi. Gli stessi autisti possiedono 'curricula' di rispetto", si legge in una nota della Prefettura di Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autisti e mezzi delle ditte dei Casalesi, interdittiva per azienda trasporti

CasertaNews è in caricamento