rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca San Cipriano d'Aversa

Messaggi “sospetti” durante i colloqui in carcere: proroga 41 bis per imprenditore vicino a Zagaria

Per la Dda Fontana voleva recapitare informazioni all’esterno. La Cassazione conferma la decisione: “Può mantenere collegamenti con il clan”

Messaggi dal contenuto criptico durante i colloqui "visivi" in carcere con i familiari. E' quanto contenuto in una nota della Dda di Napoli alla base della proroga del regime del 41 bis per l'imprenditore Giuseppe Fontana, 54 anni di San Cipriano d'Aversa, coinvolto nell'inchiesta sul sistema "Medea" e ritenuto dagli inquirenti dell'Antimafia partenopea vicino al sodalizio del clan dei Casalesi guidato dal boss Michele Zagaria.

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso contro la proroga del regime penitenziario "differenziato" confermando la decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma. Per i giudici Fontana avrebbe rivestito un ruolo verticistico all'interno del clan occupandosi sia del settore imprenditoriale sia di collegamento con la politica. Al riguardo - si evidenziava nell'ordinanza del Tribunale di Sorveglianza - il "significativo contenuto di alcuni colloqui ordinari visivi che il Fontana aveva svolto con i propri familiari nel 2015, riportati nella nota della Dda di Napoli del dicembre 2019, a riprova del concreto pericolo di veicolare all'esterno messaggi in linguaggio criptico da recapitare a personaggi specificatamente interessati alle vicende del clan". Per questo la proroga del 41 bis per "l'attuale pericolo di collegamenti del reclamante con la criminalità organizzata e il rischio di una ripresa dei rapporti, ove venisse ripristinato il regime detentivo ordinario".

Una decisione che è stata confermata dalla Suprema Corte che ha ribadito come non siano sussistenti "elementi concreti da cui desumere la rescissione dei vincoli delinquenziali, dell'attuale pericolo che il detenuto possa mantenere i collegamenti con l'associazione criminale di appartenenza, ove sottoposto al regime penitenziario ordinario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messaggi “sospetti” durante i colloqui in carcere: proroga 41 bis per imprenditore vicino a Zagaria

CasertaNews è in caricamento