Annullato il licenziamento del medico ‘assenteista’: Asl condannata

I giudici hanno accolto il ricorso di Pasquariello e intimato la reintegra in servizio. Dovrà essere risarcito anche degli stipendi non percepiti

L'inchiesta sui medici assenteisti

Annullato il licenziamento Ferdinando Pasquariello, dirigente medico dell'ospedale di Sessa Aurunca coinvolto nell'inchiesta sui camici bianchi assenteisti del nosocomio sessano. E' stata questa la decisione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha accolto il ricorso dell'avvocato Domenico Carozza, e condannato l'Asl alla reintegra del medico ed al pagamento di tutte le retribuzioni dal momento del licenziamento.

Pasquariello, dirigente medico anestesista del San Rocco, insieme ad altri nel 2019 venne colpito dall'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria prima e dopo il lavoro, emessa dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Al primario venivano contestate alcune assenze ed allontanamenti arbitrari dal servizio durante l’orario di lavoro. Sulla scorta dei provvedimenti adottati dal Giudice per le indagini preliminari, l’Asl di Caserta adottò una serie di licenziamenti, tra cui quello di Pasquariello, per falsa attestazione della  presenza in servizio, mediante alterazione dei sistemi di rilevamento o con altre modalità  fraudolente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Provvedimento che è stato impugnato dinanzi al giudice. Il Tribunale ha accolto le tesi dell’avvocato Domenico Carozza ed ha rilevato che l’Asl non ha portato a compimento il procedimento sanzionatorio entro il termine di 120 giorni come disciplinato dalla legge all’epoca dei fatti.  Il predetto termine trova applicazione anche in caso di adozione della sanzione espulsiva: è un limite temporale invalicabile del procedimento e, dunque, perentorio.  L’osservanza del termine conclusivo è condizione necessaria, in termini di validità della sanzione. La trasgressione del termine conclusivo comporta la decadenza dal potere sanzionatorio. Il Giudice ha accertato che l’Asl Caserta ha adottato il licenziamento senza osservare il confine temporale imposto dall’ordinamento ed ha dichiarato la nullità del licenziamento intimato a Pasquariello.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • SPECIALE ELEZIONI Graziano trascina il Pd ad Aversa. De Cristofaro supera i 1900 voti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento