Favori e mazzette in ospedale: aula troppo piccola, il processo "trasloca"

Rinvio per rispettare le norme anti Covid nell'udienza preliminare a carico di 41 persone

L'inchiesta dei carabinieri dei Nas

Aula troppo piccola per rispettare le norme per evitare la diffusione del coronavirus. Per questo è stato rinviato il processo a carico di 41 persone coinvolte a vario titolo nell'inchiesta sui favori all'ospedale di Caserta tra analisi a spese dello Stato fatte ad amici e parenti ed ordini gonfiati di materiale da laboratorio in cambio di viaggi e mazzette. 

Il giudice Minio, per evitare assembramenti tra imputati ed avvocati, ha disposto il rinvio dell'udienza preliminare alla fine di gennaio. Il processo, però, traslocherà nell'aula bunker del tribunale di Santa Maria Capua Vetere in modo da avere maggiori spazi a disposizione e garantire il distanziamento. Dei 41 indagati in 8 hanno chiesto il processo con abreviato. Procederanno con rito alternativo Angelo Costanzo, ex dirigente della Patologia Clinica del Sant'Anna e San Sebastiano; Vincenza Scotti, moglie di Costanzo e titolare del laboratorio Sanatrix di Caivano, sorella del boss della Nco Pasquale Scotti; Generoso Vaiano, 42 anni di Marcianise; Giovanni Baglivi, rappresentante farmaceutico di Santa Maria a Vico; Ernesto Accardo, rappresentante farmaceutico di Santa Maria a Vico; Angelina Grillo, considerata la factotum del reparto e braccio destro del primario Costanzo; Maddalena Schioppa, 62 anni di Caserta; Giuseppe Canzano, 67 anni di Caserta. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Gerardo Marrocco, Dezio Ferraro, Gennaro Iannotti, Massimiliano Di Fuccia, Claudio Sgambato e Vittorio Giaquinto. 

L'inchiesta nella quale sono coinvolti aveva fatto emergere la gestione illecita del reparto di Patologia Clinica dell'ospedale di Caserta. Da un lato venivano effettuate analisi per conto del laboratorio privato della Scotti, dall'altro si effettuavano accertamenti clinici ad amici e parenti, senza passare dal Cup. Tra le analisi effettuate anche quelle per conto dell'ex parlamentare e presidente della Provincia Domenico Zinzi o dell'ex commissario straordinario Leonardo Pace. Addirittura in un caso, secondo quanto emerso dalle intercettazioni, all'ospedale di Caserta sarebbero state analizzate le feci di un gatto. Una pratica che, secondo gli inquirenti, ha causato un buco stimato in 5 milioni di euro.

Ma non solo l'indebito utilizzo del materiale ospedaliero. Angelina Grillo (che agiva con il placet di Costanzo), avrebbe effettuato ordini "gonfiati" da una ditta fornitrice ricevendo in cambio viaggi di piacere o, addirittura, il denaro necessario a pagare una bustarella.


I NOMI DEGLI INDAGATI

ACCARDO Ernesto, 38 anni, residente a Santa Maria a Vico

ALDERISIO Alfonso, 63 anni residente a Nola

ANGELINO Vincenzo, 54 anni, residente a Crispano

BAGLIVI Giovanni, 62 anni, residente a Santa Maria a Vico

BELFIORE Giuseppe, 64 anni, residente a Caserta

BUCCIERO Gabriele, 37 anni residente a Marcianise

CANZANO Giuseppe, 67 anni, residente a Caserta

CINCOTTI Cosima Franca, 70 anni residente a Caserta

COSTANZO Angelo, 70 anni di Caivano

D'AGOSTINO Enrico, 51 anni di Caiazzo

D'ALESSIO Angela, 52 anni residente a Marcianise

DE ANGELIS Luigi, 58 anni, residente a Caserta

DELLI PAOLI Luigi, 50 anni, residente a Marcianise

DI LAURO Andrea, 69 anni, residente a Napoli

DI LORENZO Milena 51 nni, residente a Caserta

DIOMAIUTO Luigi, 64 anni residente a Valle di Maddaloni

GOLINO Vincenzo, 53 anni,  residente a Marcianise

GRECO Rita, 52 anni, residente a Caserta

GRILLO Angelina, 50 anni residente a Marcianise

IODICE Saveria, 46 anni residente a Marcianise

LAURITANO Gennaro, 64 anni residente a Marcianise

LEARDI Annalisa, 52 anni residente a San Potito Sannitico

LIBERATORE Giulio, 66 anni,  residente a Piedimonte Matese

MANNA Pasquale, 64 anni,  residente a Casalnuovo di Napoli

MORELLO Andrea, 40 anni  residente a Santa Maria Capua Vetere

NAPOLITANO Domenico, 66 anni,  residente a Moiano

PACE Leonardo, 63 anni,  residente a Napoli

PANETTA Vittorio, 43 anni residente a Frignano

PARENTE Francesco, 53 anni  residente a Capua

PATERNOSTO Diego, 61 anni residente a Caserta

PONTILLO Giovanna Rosaria, 46 anni  residente a Capodrise

SACCO Antonella, 55 anni  residente a Caserta

SCHIOPPA Maddalena,  62 anni residente a Caserta

SCOTTI Vincenza, 63 anni residente a Caivano

SFERRAGATTA Giovanni, 59 anni  residente a Capua

SORBO Maria, 31 anni residente a Capodrise

TELESCO Vincenzo, 61 anni residente a Napoli

TORRE Giuseppe, 41 anni  residente a Marcianise

TUCCI GIUSEPPINA, 56 anni  residente a Caserta

VAIANO Generoso, 42 anni  residente a Marcianise

ZINZI Domenico, 76 anni  residente a Caserta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento