rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Il corteo dopo il matrimonio finisce con le denunce

Lo ha chiarito il sindaco Petrella: "Territorio difficile da controllare. Per questo ho chiesto l'esercito"

Il matrimonio a Castel Volturno celebrato tra due sposi africani è finito con le denunce anti assembramento. Lo ha chiarito il sindaco Luigi Petrella in un videomessaggio su Facebook spiegando l'aspetto tecnico dell'avvenuta celebrazione del matrimonio dove "né il rito civile, né le pubblicazioni sono state sospese e quindi l'atto amministrativo può essere redatto ed il matrimonio celebrato".

Il nocciolo della questione riguarda il post matrimonio che ha portato all'insorgere di momenti di tensione tra gli invitati irrispettosi delle regole previste per evitare la diffusione del Covid-19 ed i volontari della Protezione Civile nonché gli agenti della polizia municipale castellana. A suon di spintoni ed insulti i variopinti invitati sono stati invitati ad uscire al di fuori della casa comunale. Peccato, però, che all'uscita del Comune castellano si siano dati ai festeggiamenti incuranti delle norme anti assembramento imposte dal governo.

Ben 5 autovetture strombazzanti circolavano in piazza Annunziata per poi dirigersi in periferia passando per la SS. Domiziana. A pochi metri dalla casa comunale gli agenti hanno identificato i veicoli del corteo ed all'ingresso di Pineta Mare una volante della polizia coadiuvata dalla municipale li ha contravvenzionati e denunciati per le violazioni delle disposizioni regionali e ministeriali.

"È un episodio che mostra la mia preoccupazione - afferma il sindaco Petrella - di far attenzionare Castel Volturno dalle forze dell'ordine ed ecco perché ho fatto richiesta dell'esercito perché è molto difficile controllare un territorio con le criticità di Castel Volturno".

La faccia di una cittadina dove l'altra Africa è il suo speculare opposto. Una commistione di regole ed irregolarità a cui l'amministrazione cerca di dare una sorta di 'uniformità' nella gestione territoriale. "Le regole valgono per tutti - sottolinea il primo cittadino castellano - sono stati multati e denunciati sia i ragazzi di colore del corteo sia altre persone di Castel Volturno. Vengono denunciati sia cittadini italiani e di colore che non rispettano i decreti e quindi le misure restrittive".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il corteo dopo il matrimonio finisce con le denunce

CasertaNews è in caricamento