Macchia nera nel mare, il dossier della Regione svela: "Sversamenti iniziati il 4 maggio"

Le prime vedute delle foto satellitari comparate alle immagini eseguite con i droni

La macchia nera nei pressi della foce Agnena a Castel Volturno

Gli sversamenti di liquami nel mare di Castel Volturno, nei pressi della foce dell'Agnena, hanno avuto inizio lunedì 4 maggio 2020, fino a sostanzialmente esaurirsi il 7 maggio. E' questo quanto emerge dalle prime vedute delle foto satellitari (comparate alle immagini eseguite con i droni) al vaglio dello Sma Campania, la società della Regione Campania impegnata ad approntare uno specifico dossier cronologico sul gravissimo inquinamento.

A renderlo noto è il vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, che ha spiegato: "Ho ricevuto comunicazione dall'Arpac che i risultati delle indagini microbiologiche e chimiche effettuate presso la foce del torrente, dopo il grave inquinamento dei giorni scorsi, sono state sottoposte a segretazione dall’Autorità Giudiziaria, a seguito dell’apertura di un apposito fascicolo d’indagine. Pur comprendendo l’attesa generale per conoscere elementi utili a comprendere l’accaduto, occorre rispettare le decisioni della Procura di Santa Maria Capua Vetere, che prontamente ha avviato le indagini sul gravissimo inquinamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’accertamento delle responsabilità e l’individuazione degli autori sono, in questo momento, di primario interesse su tutto - ha sottolineato Bonavitacola - Il dossier cronologico che stiamo completando sarà visionabile a partire da lunedì prossimo, 11 maggio 2020. L’attivazione di un puntuale e metodico sistema di monitoraggio dovrà consentire per il futuro di rilevare con pronta tempestività fenomeni di assoluta e ingiustificabile gravità come quello che si è verificato alla foce dell’Agnena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento