rotate-mobile
Cronaca Vitulazio

Accusato dalla moglie di maltrattamenti ed arrestato: il giudice assolve imprenditore dall'accusa

Dopo oltre tre anni finisce l'incubo giudiziario per il 53enne di Vitulazio

Finisce l'incubo giudiziario per un imprenditore di Vitulazio finito sotto processo per maltrattamenti in famiglia. Lo ha deciso il giudice del tribunale di Napoli che ha prosciolto dall'accusa più grave l'imprenditore Domenico S.

L'uomo era stato denunciato dalla moglie che aveva raccontato ai carabinieri il clima di tensione vissuto in casa e le violenze subite, iniziate già quando la coppia viveva a Secondigliano (per questo il processo si è celebrato a Napoli). Nell'estate del 2020, dopo l'ennesimo litigio, il 53enne avrebbe addirittura minacciato la donna con una pistola, regolarmente detenuta e comunque scarica, provocandone la fuga dall'abitazione insieme ad un figlio minorenne. I vicini contattarono i carabinieri che giunti sul posto arrestarono l'imprenditore. 

Dopo l'arresto venne tradotto in carcere e poi è finito ai domiciliari dove ha trascorso diverse settimane. Intanto, il processo si è svolto. Nel corso del dibattimento la stessa donna che lo aveva denunciato ha ritrattato la propria versione rimettendo anche la querela per le lesioni. Per i maltrattamenti oggi la sentenza: Domenico S., assistito dagli avvocati Gennaro Iannotti e Dario Pepe, è stato assolto dall'accusa. 

"È una vittoria - ha commentato molto provato Domenico S. - che però mi lascia amareggiato poiché a causa di questa vicenda ho visto la mia azienda perdere appalti per milioni di euro, io che ho sempre lavorato da quando ero piccolo con mio padre e che davo da vivere a tanti dipendenti, che mi ero guadagnato sul campo la stima e la riconoscenza anche da parte delle forze dell’ordine, ho vissuto questi anni con questa “spada di damocle” che solo oggi ha fatto chiarezza ma che inevitabilmente mi ha portato dei danni economici molto importanti. Voglio festeggiare con mia moglie e i miei figli questa assoluzione e con tutte le persone che hanno sempre creduto nella mia innocenza, nell’ augurio di riuscire a riprendermi la fiducia anche da parte delle società di leasing veicoli che mi erano, oggi posso dirlo, state ingiustamente revocate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato dalla moglie di maltrattamenti ed arrestato: il giudice assolve imprenditore dall'accusa

CasertaNews è in caricamento