Maltratta la moglie per oltre 20 anni: condanna "lieve" per un operaio

Angherie e soprusi durante tutta la vita coniugale, il giudice gli commina un anno e mezzo

La sentenza emessa al tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Una vita coniugale fatta di soprusi ed angherie. E' quella denunciata da una donna di Santa Maria la Fossa che ha denunciato il marito per i maltrattamenti subiti nell'arco dei 23 anni vita matrimoniale. Circostanze aggravate dal fatto che i maltrattamenti sarebbero stati subiti anche dai figli della coppia, anche quando erano minorenni.

Per questo un operaio del posto è stato condannato con rito abbreviato ad un anno e sei mesi di reclusione, beneficiando della sospensione della pena. Il giudice per l'udienza preliminare Rossi, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha accolto le istanze del difensore dell'uomo, l'avvocato Italo Madonna coadiuvato dall'avvocato Mario Caporaso, facendo decadere l'aggravante dei maltrattamenti sui figli e concedendo le attenuanti generiche all'imputato. Il pubblico ministero aveva invocato una condanna ben più severa a 4 anni e 2 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento