Bomba d'acqua, il sindaco chiude cimitero e parco Pozzi

Strade e garage allagati per il violento temporale ad Aversa

Al via la conta dei danni

"Dopo il violento nubrifagio che si è abbattuto sulla città ho disposto la chiusura precauzionale del parco e del cimitero per verificare se ci sono situazioni di pericolo". Lo ha dichiarato il sindaco di Aversa Alfonso Golia commentando il violento acquazzone che si è abbattuto sulla città normanna e su tutto l'agro aversano provocando non pochi disagi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Possiamo dire che la rete fognaria ha retto rispetto alla mole d'acqua che si è abbattuta sulla città - dice ancora Golia - Le criticità maggiori si sono avute in via Santa Lucia, piazza Crispi, Via Dragonetti e al confine con Casaluce dove sono intervenuti i volontari della Protezione civile, coordinati da Luca Abate, ai quali va il mio ringraziamento. Allagati due garage a via Caruso e via Riverso. Nelle altre zone, fatte salve criticità minori come ad esempio il parcheggio del parco Pozzi, l'acqua è defluita via senza nessun tipo di intervento. Nessun problema in via Cupa Scoppa, via Diaz e piazza Vittorio Emanuele, altri punti dove negli anni scorsi si sono registrati allagamenti ad abitazioni e negozi. L'assessore Caterino sta effettuando sopralluoghi con la protezione civile e la polizia municipale. Abbiamo allertato la Senesi per un intervento straordinario. La pulizia delle caditoie su tutto il territorio comunale va avanti come da calendario", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento