menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferisce l'ex convivente con un coltello: in carcere dopo la condanna

Deve scontare 3 anni e mezzo anche per falsità materiale e ideologica

La Squadra Mobile di Caserta ha tratto in arresto Giovanni Macchia, 54 anni di San Cipriano d’Aversa, poiché colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione, per l’espiazione della pena della reclusione di 3 anni e mezzo e 5000 euro di multa, in quanto destinatario di un cumulo di pene derivanti dai procedimenti penali per i quali veniva riconosciuto colpevole dei reati di falsità materiale e falsità ideologica in concorso, minacce, lesioni aggravate ai danni della compagna, nonché porto abusivo di arma bianca. 

L’arrestato, nel corso degli anni 2013 e 2014, si rendeva autore di numerose condotte criminose, sfociate, dopo une serie di processi, nel provvedimento restrittivo appena eseguito; nello specifico, in concorso con altri soggetti, produceva falsi materiali ed ideologici. Inoltre, utilizzando un coltello da cucina, procurava lesioni alla sua ex convivente. Terminati gli atti di rito, Macchia è stato associato presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

Attualità

Incubo ‘zona rossa’ per una trentina di comuni casertani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento