Strattona carabiniere dopo lite con i vicini, assolta

La donna era troppo piccola fisicamente per riuscire ad opporre resistenza al militare

Troppo minuta per resistere ad un carabiniere. E' stata questa la tesi sostenuta dall'avvocato Mirella Baldascino nel corso della sua arringa che ha convinto il giudice Napolitano del tribunale di Napoli Nord ad assolvere una donna di San Cipriano d'Aversa. 

La donna, G.D.V., era finita sotto processo per resistenza a pubblico ufficiale. In seguito ad una lite con una sua vicina di casa intervennero i carabinieri per placare gli animi piuttosto accesi. In quel contesto la signora avrebbe strattonato un carabiniere per un braccio opponendogli resistenza. 

Un'accusa che è stata letteralmente smontata al processo. L'avvocato Baldascino ha sostenuto che la sua assistita, ultrasessantenne, essendo troppo piccola di statura ed anche con problemi di salute. Un'evidenza che ha spinto il giudice ad assolverla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento