rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Lite tra familiari finisce nel sangue: 57enne sparato ad una gamba

Indagini della polizia, si cercano il nipote dell'uomo e un'altra donna

Un episodio di violenza in una palazzina Iacp a Santa Maria Capua Vetere, culminato con il ferimento di un uomo di 57 anni colpito a una gamba da un proiettile dopo una lite tra parenti all'interno dell'edificio. Il ferito è stato prontamente soccorso e trasportato all'ospedale di Caserta per ricevere le cure necessarie. Le autorità stanno indagando sul caso, con sospetti che gravano sul nipote del 57enne e su una donna.

Le indagini, tuttavia, si complicano a causa delle versioni contrastanti fornite da alcune persone coinvolte nella vicenda. L'uomo è stato apparentemente colpito tra le scale e il pianerottolo della palazzina. Gli agenti del Commissariato di polizia di Santa Maria Capua Vetere e della Squadra Mobile di Caserta sono attualmente impegnati nel rintracciare il giovane e la donna per chiarire ulteriormente la dinamica dell'incidente.

Quando gli agenti sono arrivati nella zona delle palazzine in via Giotto, hanno interrogato alcuni degli inquilini per ottenere informazioni cruciali sulla vicenda. La lite, originatasi per motivi futili (per alcuni danni ad un motorino), sembra essere sfociata nell'uso di un'arma da fuoco, con uno dei protagonisti che ha sparato colpendo il 57enne. Le indagini cercano di stabilire chi abbia preso parte alla rissa e chi sia responsabile del ferimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra familiari finisce nel sangue: 57enne sparato ad una gamba

CasertaNews è in caricamento