Spari dopo la lite col vicino ex politico: 43enne in manette

Due colpi esplosi in aria in pieno centro. I carabinieri trovano l'arma clandestina nascosta sul terrazzo

(foto di repertorio)

Due colpi di arma da fuoco esplosi in aria hanno rotto il silenzio della notte tra sabato e domenica in via Vivaldi a San Cipriano D'Aversa. Due colpi partiti da un fucile clandestino, modello Franchi calibro 12 con matricola abrasa, brandito da S. S. 43enne del posto che ha cercato di sparare contro L. C. ex politico sanciprianese arrestato due anni fa ad Aversa per omicidio stradale.

Tempestivo l'intervento del fratello dell'ex politico che ha bloccato l'aggressore, evitando che si consumasse una tragedia. Ha spostato la canna del fucile che puntava dritta verso il fratello direzionandola verso l'alto. Nel tentativo di disarmare S. S. due colpi sono stati esplosi e nell'intero vicinato é scattato l'allarme. I carabinieri della stazione di San Cipriano D'Aversa al loro arrivo in via Vivaldi hanno ritrovato L. C. riverso a terra, alticcio e sanguinante. È stato trasportato presso l'ospedale Moscati di Aversa per le lesioni provocate dall'aggressione di S. S. e non riconducibili ai colpi d'arma da fuoco esplosi. Lesioni poi giudicate guaribili dai sanitari in dieci giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fratello dell'ex politico, anch'egli 'brillo', ha spiegato ai carabinieri la dinamica della lite innescata proprio nel bel mezzo dei fumi dell'alcool. Raggiunto S. S. presso la propria abitazione i carabinieri sanciprianesi hanno rinvenuto, occultato su un terrazzo sopraelevato sempre nelle pertinenze dell'abitazione di S. S., il fucile clandestino utilizzato per compiere l'intento delittuoso. Il 43enne tratto in arresto per detenzione illecita e porto abusivo di arma clandestina è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere in attesa dell'udienza di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento