rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Svolta per il lido Flava Beach: arriva il dissequestro

Lo stabilimento balneare finito nel mirino dopo un controllo

Lavori edili senza alcun titolo abilitativo presso il lido “Flava Beach” a Castel Volturno: il giudice dispone il dissequestro.

E’ quanto stabilito dal Sostituto Procuratore Valentina Santoro del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere dopo aver accolto l'istanza presentata dall'avvocato Ferdinando Letizia nell'interesse del titolare dello stabilimento balneare sito in via Dante Alighieri a Castel Volturno, accusato di aver posto in essere lavori edili presso la struttura balneare senza alcun titolo abilitativo.

Il 30 aprile scorso gli agenti del comando di polizia local,e all'esito di un sopralluogo presso lo stabilimento, accertarono che erano stati operati interventi edilizi senza la prescritta autorizzazione o non presenti in concessione demaniale tali da creare un aumento di volumetria ingiustificato.

Nello specifico i poliziotti locali castellani riscontrarono la presenza di una chiusura perimetrale di un patio allocato sull'area ovest su un preesistente manufatto in muratura adibito a bar mediante l'opera di una struttura in legno chiusa con pannelli di plastica dotato di portafinestra e finestroni. Sul lato sud era stata realizzata una platea con blocchi di cemento prefabbricati. La platea era chiusa su tre lati con struttura in legno sulla quale era presente una porta scorrevole. Sul lato est nel prefabbricato in cemento era presente una cucina.

Accertati gli abusi il magistrato dispose il sequestro delle opere. Il ripristino tempestivo dello stato dei luoghi ha fatto propendere per il dissequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta per il lido Flava Beach: arriva il dissequestro

CasertaNews è in caricamento