menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

La Lidl vuole aprire un supermercato ma il Comune dice no, il caso finisce in tribunale

La società chiede l'annullamento della decisione del responsabile dell’ufficio comunale Lavori Pubblici che ha respinto l'istanza di permesso a costruire

È scontro tra la Lidl e il Comune di Mondragone. La società di supermercati di origine tedesca, intenzionata ad aprire una filiale proprio nella città rivierasca, ha citato in giudizio il Comune che dovrà comparire dinanzi ai giudici del Tribunale Amministrativo della Regione Campania.

Alla base dell’atto di citazione della Lidl, rappresentata e difesa dall’avvocato Marcello Fortunato, l’istanza di permesso a costruire respinta dal responsabile dell’ufficio comunale Lavori Pubblici, Salvatore Catanzano.

Un’altra grana dunque per l’Ente che si costituirà in giudizio per far valere le proprie ragioni e per evitare una pronuncia di condanna in contumacia. La difesa è stata affidata all’avvocato Clemente Manzo. A conferirgli il mandato è stato il sindaco Virgilio Pacifico che lunedì scorso ha firmato a tal proposito un’ordinanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Nuovi 228 positivi scoperti nel casertano. Morti 3 pazienti

  • Incidenti stradali

    Muore a 25 anni dopo un drammatico incidente in auto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento