menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cento ispettori nei cantieri edili: 38 ditte fermate, scatta anche un sequestro

Maxi operazione coordinata dalla Procura tra l'agro aversano ed il napoletano

Troppi infortuni sul lavoro: per questo motivo la Procura della Repubblica di Napoli Nord ha coordinato una vasta operazione di controllo per la sicurezza dei lavoratori soprattutto nei cantieri edili nei comuni di competenza delle province di Caserta e Napoli.

L’azione ha visto coinvolti tutti gli organi preposto ala vigilanza con l’obiettivo comune di contrastare il lavoro nero ed il mancato rispetto delle norme in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Sono stati impiegati oltre 100 ispettori tra Ispettorato territoriale del lavoro di Napoli e di Caserta, del gruppo Tutela del Lavoro, del nucleo operativo dei carabinieri, dell’Asl Napoli 2 Nord e dell’Asl Caserta.

Sono stati ispezionati 53 cantieri tra le province di Caserta (in particolare tra Aversa e l’agro aversano) e Napoli per un numero complessivo di 92 aziende del settore edile. I lavoratori trovati sui cantieri sono stati 208, dei quali 98 sono risultati irregolari e di questi il 75% completamente a nero; sono state effettuate 38 sospensioni dell’attività imprenditoriale ed un sequestro di cantiere; sono state accertate numerose violazioni penali in materia di igiene, salute e sicurezza, nonché elevate sanzioni amministrative per 200mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento