rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Latitante stanato grazie ai social, deve scontare 8 anni di carcere

Avolio era sfuggito all'ordine di arresto emesso per l'omicidio stradale dell'ex fidanzata a Castel Volturno

Era ricercato da 7 mesi in seguito ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere per una condanna a 8 anni e 9 mesi per omicidio stradale e spaccio di stupefacenti. I carabinieri di Napoli hanno arrestato a Secondigliano Francesco Avolio, 32 anni.

Nel 2019, Avolio tentò di scappare ad un posto di blocco a Mondragone perdendo il controllo dell'auto su cui viaggiava e finendo contro il muro. Nell'impatto perse la vita la fidanzata, Cristina Sanganella, di Castel Volturno. 

Si era reso irreperibile da 7 mesi, dallo scorso mese di settembre. I carabinieri del nucleo investigativo di Napoli non hanno mai smesso di cercarlo, esaminando i movimenti bancari e i luoghi frequentati dai familiari del 32enne. Non sono stati trascurati social e web, miniera di dati per il profiling e la definizione delle reti relazionali. Nessuna analisi di informazioni private ma un approfondito monitoraggio che i carabinieri fanno dei post pubblicati in rete dagli stessi utenti.

I militari lo hanno individuato nel quartiere Secondigliano, mentre era in auto con la compagna. Quando si è visto accerchiato da diverse pattuglie non ha opposto resistenza. Finito in manette per il 32enne si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latitante stanato grazie ai social, deve scontare 8 anni di carcere

CasertaNews è in caricamento