Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Caccia al latitante e perquisizioni a casa dei familiari: chi è la 'primula rossa' Belvedere

Coinvolto in una maxi inchiesta sul traffico di droga da Colombia e Marocco, poi la piazza di spaccio nel circolo. Dalle ultime informazioni si troverebbe a Cartagena dova ha aperto una pizzeria

Sarebbe latitante in Colombia, a Cartagena, dove avrebbe anche aperto una pizzeria. Luigi Belvedere, il narcos casertano condannato a quasi 19 anni complessivi, dal 2020 ha fatto perdere le sue tracce. 

Le trattative con i cartelli della cocaina

Nei giorni scorsi la Corte di Cassazione ha confermato la pena a 14 anni e mezzo per Belvedere, ritenuto il vertice della piazza di spaccio operativa in un circolo sportivo a San Clemente. Una pena a cui si sommano altri 4 anni di reclusione (è stato condannato per il concorso nel trasporto di un carico di hashish da 294 chili) nell'ambito di un'inchiesta su un traffico internazionale di stupefacenti importati dalla Colombia e dal Marocco. Un'inchiesta, quest'ultima, che aveva visto impegnata anche l'Fbi con Belvedere che si sarebbe recato proprio in Colombia a trattare con i cartelli della coca da importare in Italia: "E' roba che qua può piacere", disse in un'intercettazione.

Le perquisizioni a casa dei familiari

Stamattina, alle prime luci dell'alba, gli agenti della squadra mobile della Polizia di Stato di Caserta hanno bussato a casa dei suoi familiari, a Caserta. Sono state effettuate perquisizioni e raccolti elementi che potrebbero portare alla sua individuazione, in Italia o all'estero. 

I video del latitante dalla Colombia 

Da quanto si sa, comunque, Belvedere, 32 anni, dovrebbe trovarsi in Colombia, a Cartagena. Lì avrebbe aperto anche una pizzeria. E' stato lui stesso a confermarlo in un video con cui ha confermato la nomina - per tutti i processi che lo hanno coinvolto - all'avvocato Gerardo Marrocco, suo difensore. Nomina pervenuta al difensore via mail e validata dai giudici, Visco e Vecchiarelli, per due procedimenti: quello per lo spaccio al circolo ed un altro, più recente, per una truffa alle compagnie assicurative con i falsi incidenti.

Ora la condanna definitiva e la latitanza, con pene complessive per quasi 19 anni. Intanto Belvedere è al momento introvabile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia al latitante e perquisizioni a casa dei familiari: chi è la 'primula rossa' Belvedere
CasertaNews è in caricamento