rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca San Tammaro

Ladro di champagne scarcerato dopo un mese

Il giovane ha lasciato il carcere, ora dovrà stare agli arresti domiciliari

Arresti domiciliari per Dear Istrefi, 24enne albanese, uno dei ladri dello champagne. È quanto disposto dal gip Alessia Stadio del tribunale di Santa Maria Capua Vetere dopo aver accolto l'istanza formulata dal legale del 24enne albanese l'avvocato Giuseppe Foglia di sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere - a cui Istrefi era sottoposto presso la casa circondariale di Poggioreale - con quella degli arresti domiciliari nel comune di San Tammaro dove il 24enne risulta essere residente. Il legale ha mostrato quanto una grave affezione del suo assistito renda lo stesso incompatibile con il regime carcerario. Evidenza accolta dal gip sammaritano che ha disposto la sostituzione della misura cautelare.

Dear Istrefi insieme al socio Erjon Kafer, 28enne connazionale vennero tratti in arresto per rapina pluriaggravata e furto pluriaggravato in concorso il 27 giugno scorso dagli uomini della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Caserta e dagli agenti del commissariato di Marcianise a seguito dell'ultimo colpo consumato dalla coppia dello champagne che fu loro fatale. I poliziotti attraverso una capillare attività di indagine ricostruirono i tre colpi consumati in 20 giorni dal duo albanese.

I due soci misero a segno due colpi presso l'esercizio commerciale "Distribuzioni Siciliano" in via Ponteselice a Capodrise sia il 4 giugno dove asportarono liquori per un ingente valore e la somma di 20mila euro sia il 26 giugno dove si introdussero nel locale commerciale praticando un foro sul muro perimetrale che affacciava su un fondo posto a lato del capannone principale sottraendo numerose bottiglie di champagne e vodka plurimarca per un valore di circa 70mila euro per poi darsi alla fuga a bordo di una Peugeot 208. Fuga che si garantirono dopo aver pestato a sangue il custode del deposito sopraggiunto poiché allertato dal sistema d'allarme del deposito. I due albanesi secondo le indagini dei poliziotti vennero collegati ad un furto consumatosi a Portico di Caserta l'11 giugno scorso presso l'esercizio commerciale Special Drinks mediante l'effrazione di uno dei lucernai che si affacciavano sul retro della struttura riuscendo a sottrarre 200 bottiglie di champagne per un valore di circa 58.000 euro oltre che impossessarsi della somma di 5.340,00 euro custodita all'interno del cassetto dell'ufficio cassa. Gli uomini della Questura Casertana riuscirono a collegare i ladri ai furti grazie al rinvenimento di numerose cose pertinenti agli stessi come capi di abbigliamento e telefoni cellulari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro di champagne scarcerato dopo un mese

CasertaNews è in caricamento