Cronaca

L’ex vice sindaco sull’arresto del figlio di La Torre: “E’ una bellissima giornata”

Il commento dopo il blitz dei carabinieri contro figlio e fratello del boss Augusto La Torre

L'ex vice sindaco di Mondragone Benedetto Zoccola

È da tempo sotto scorta per aver denunciato i suoi estorsori a Mondragone. L’ex vice sindaco della città del litorale domizio Benedetto Zoccola può esultare questa mattina per l’arresto di Tiberio Francesco La Torre, figlio del boss Augusto, dominus della zona negli anni ’80 e ’90. Il giovane esponente della famiglia è finito in manette questa mattina nell’indagine della DDA di Napoli per detenzione illegale di armi.

Zoccola ricorda sui social quando, un anno fa, “qualche miserabile lo portò a casa mia con ‘Le Iene’ perché gli avevo deturpato l’immagine. Lui sosteneva che i genitori non si scelgono ed a chiacchiere rinnegava l’azione criminale del padre, dichiarandosi estraneo ad ambienti della criminalità organizzata. In compagnia dell’inviato delle iene si recarono oltre che a casa mia addirittura dall’onorevole Pina Picierno, che giustamente non volle neppure stringergli la mano”.

L’ex vice sindaco ricorda anche le accuse che il giovane La Torre rivolgeva nei suoi confronti: “Continuava a sostenere che la mia era una malattia. Nella sua commedia recitava affermando che il padre era un collaboratore, un ex boss della camorra e lui sosteneva di rinnegare le azioni criminali del padre, ed invece…”.

Ma con l’operazione dei carabinieri della Compagnia di Mondragone si chiude il cerchio sulla famiglia La Torre: “Oggi è una bellissima giornata di sole – esulta Zoccola - Un vivo e sentito complimento alle forze dell’ordine! Ora mi raccomando, passate la giornata a cancellare i vostri vecchi post. Io invece, circa un anno fa, passai una giornata a salvarli”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ex vice sindaco sull’arresto del figlio di La Torre: “E’ una bellissima giornata”

CasertaNews è in caricamento