menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tifoseria della Juvecaserta

La tifoseria della Juvecaserta

Aggressione ai rivali di Forlì, revoca Daspo per 5 ultras Juvecaserta

Le gare a porte chiuse per il Covid ed la radiazione del club bianconero cancellano il pericolo di reiterazione delle condotte. Eliminato anche dell'obbligo di firma

Revoca del Daspo e dell'obbligo di firma per 5 tifosi della Juvecaserta per gli scontri durante la partita al Palamaggiò con Forlì. Questa la decisione del gip di Santa Maria Capua Vetere che ha accolto le tesi del difensore degli indagati, l'avvocato Alfonso Iovino, annullando le misure interdittive.

I fatti si sono verificati il 2 febbraio di un anno fa quando un gruppo di tifosi bianconeri tentò di aggredire sia all'esterno sia all'interno del palazzetto di Pezza delle Noci i tifosi ospiti. Tentativi che vennero neutralizzati dall'intervento delle forze dell'ordine in servizio presso l'impianto sportivo in occasione della partita. 

Da lì vennero identificati e colpiti da Daspo con divieto di accedere a tutte le manifestazioni sportive sul territorio nazionale (di calcio, basket e pallavolo) oltre a doversi presentare in Questura per due volte al giorno in occasione degli incontri della Juvecaserta. 

L'avvocato Iovino, però, nel corso della sua arringa ha evidenziato come non sussistessero più i pericoli di un'eventuale reiterazione delle condotte sia per effetto della pandemia Covid, con le gare sportive che si svolgono di fatto a porte chiuse, sia per via della radiazione della Juvecaserta dalla Federbasket. Evidenze che rendevano eccessivamente punitivo il provvedimento del Questore che, di fatto, incideva sulla libertà personale degli ultras (per due dei quali il procedimento è stato anche archiviato). 

Una tesi che è stata accolta dal giudice che ha revocato le misure per L. S. ed E. L. (colpiti da un Daspo della durata di 10 anni), P. D'A. ed A. P. (colpiti da un Daspo della durata di 6 anni), ed A. L. (colpito da un Daspo della durata di 7 anni). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nel casertano nuova impennata delle vittime del Covid: 15 in 24 ore

  • Cronaca

    Caserta ancora 'leader' per i vaccini: somministrate 194mila dosi

  • Attualità

    Macrico, 3 parlamentari M5s: "Ci batteremo per l'inedificabilità"

  • Cronaca

    Blitz della Finanza sul litorale: sequestrati 10 lidi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento