Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Svolta per il padre di Joseph Capriati: esce dal carcere

Il gip dispone gli arresti domiciliari fuori regione. Resta l'accusa di tentato omicidio

Arresti domiciliari in Abruzzo per Pietro Capriati, il 61enne accusato di aver accoltellato suo figlio, il noto dj Joseph Capriati di 33 anni, nell'abitazione di Falciano a Caserta. Questa la decisione del gip Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere all'esito dell'udienza di convalida celebrata al carcere militare sammaritano dove il 61enne, ex vice commissario della polizia penitenziaria, si trovava ristretto da sabato. 

Capriati, assistito dall'avvocato Giuseppe Foglia, ha dato spiegazioni sulla lite, rispondendo alle domande e chiarendo parzialmente la propria posizione. Spiegazioni che, evidentemente, sono state accolte dal giudice che ha disposto una misura cautelare meno afflittiva come quella dei domiciliari fuori regione. Al momento, l'accusa resta quella iniziale cioè di tentato omicidio. Una contestazione per la quale il pm Marina Mannu aveva invocato la custodia cautelare in carcere. 

Intanto, trapela un certo ottimismo sulle condizioni di Joseph Capriati. Il dj è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico ed a quanto pare il quadro clinico è in miglioramento. Resta, comunque, sotto stretta osservazione medica al Sant'Anna e San Sebastiano. 

Jospeph Capriati, che di solito vive in Spagna, era tornato nella sua Caserta per la pandemia. Qui, presso l'abitazione dei genitori, sarebbe scoppiata la lite con il padre. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il dj avrebbe sferrato un pugno al padre durante una colluttazione ed il padre ha risposto accoltellandolo. Un solo colpo che ha ferito il 33enne, il quale è stato immediatamente trasportato al Pronto soccorso dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta per il padre di Joseph Capriati: esce dal carcere

CasertaNews è in caricamento