Tragedia in stazione, i testimoni: "Abbiamo sentito un grido secco poco dopo l'annuncio dell'arrivo del treno"

Forse una distrazione dietro l'incidente che è costato la vita ad una donna di 40 anni

L'ambulanza alla stazione di Recale

Un grido secco, poi il silenzio. E' la drammatica sequenza sonora dell'investimento di una donna di 40 anni di San Prisco avvenuto nel pomeriggio alla stazione di Recale. 

Una tragedia che ha scosso nuovamente la comunità recalese che ripiomba nell'incubo degli incidenti ferroviari, tre negli ultimi 3 anni di cui due con esito mortale.

"Il treno ha fischiato a lungo ed abbiamo sentito anche l'altoparlante che annunciava il transito - riferiscono alcuni testimoni che si trovavano nei pressi della stazione al momento dell'incidente - Forse era distratta non sappiamo. Abbiamo sentito un grido e poi più nulla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento