menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Corvino

Antonio Corvino

Investe ed uccide due ragazzi, condanna "con lo sconto" per Corvino

Sei anni di reclusione per Culacchiotto. Il giudice ha concesso l'attenuante del concorso di causa dimezzandogli la pena

Sei anni di reclusione. Questa la decisione del giudice Santoro del tribunale di Napoli Nord all'esito del processo con abbreviato nei confronti di Antonio Corvino, 42 anni di Caserta meglio noto come Culacchiotto, accusato del duplice omicidio stradale di un 27enne della Guinea ed un 29enne del Senegal, avvenuto a febbraio lungo la statale 7 Bis a Teverola. 

Il giudice, accogliendo le tesi dei difensori di Corvino, gli avvocati Nello Sgambato ed Alfonso Iovino, ha concesso l'attenuante del concorso di causa nell'evento omicidiario, con uno sconto fino alla metà della pena, ed escluso anche l'aggravante della fuga, con i benefici di legge legati al rito. 

I fatti oggetto del processo si sono verificati la notte del 3 febbraio scorso quando a bordo di una Bmw X3 ha investito ed ucciso Yayandonky Soumare e Fati Njai (i cui familiari si sono costituiti in giudizio con gli avvocati Camillo Federico, Hillary Sedu e Tommaso Pellegrino) che stavano percorrendo la strada, le cui condizioni di luminosità sono decisamente scarse, in bicicletta. Dopo l'incidente Corvino non si fermò per prestare soccorso. Le indagini dei carabinieri, però, hanno permesso di ritrovare l'auto, all'esterno di un'officina a Caserta, ed in questo modo risalire al responsabile del duplice omicidio stradale. In sede di interrogatorio Corvino ha dichiarato di aver sentito un colpo ma di non essersi avveduto di aver investito i due ragazzi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento