Invade strada privata, prof condannato dopo risarcimento dal Comune

Il giudice ha inflitto 4 mesi concedendo il beneficio della sospensione della pena. Il docente aveva ottenuto 75mila euro dall'Ente

La sentenza in tribunale

Una strada privata a confine tra due proprietà. E' stato questo il motivo del contendere dinanzi ai giudici, civili e penali. Una guerra giudiziaria fatta di denunce e carte bollate che si è conclusa con la condanna a 4 mesi di un professore di un liceo casertano, con il beneficio della sospensione della pena, per l'invasione di un terreno. 

La sentenza è stata pronunciata dai giorni scorsi dal giudice Mercone del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha prosciolto l'imputato dall'accusa del danneggiamento di un muro di cinta dei vicini, parti civili in giudizio con l'avvocato Alessandro Barbieri, perché il fatto non costituisce più reato (il reato è stato depenalizzato e l'imputato aveva ripristinato lo stato dei luoghi riparando il danno per l'installazione di due cancelli). Questa la sentenza. 

Ma c'è di più. La stessa strada, via Giacomo Medici a Pozzovetere, era stata al centro di un altro braccio di ferro, stavolta tra il docente ed il Comune di Caserta. Una controversia che si era conclusa con il Tar che aveva disposto un risarcimento da 75mila euro in favore del prof.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il professore aveva realizzato nel terreno di sua proprietà un fabbricato con 4 appartamenti da mettere in vendita. Nel 2007 il Comune di Caserta aveva revocato la certificazione rilasciata nel 2002 che certificava come la strada fosse pubblica (mentre invece non lo era). Contestualmente autorizzava i proprietari del passaggio ad installare 2 cancelli. La conseguenza fu che due dei promittenti acquirenti di quelle unità abitative risolsero il contratto preliminare di vendita con la restituzione del doppio della caparra versata. Un danno per il docente riparato dal Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento