rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Casal di Principe

Romeno arrestato nel casertano, i complici lo 'incastrano' davanti al giudice

I tre complici hanno scaricato su Colteaunu le responsabilità delle sevizie durante la rapina in villa

Si mette male per Alexandru Bogdan Colteaunu, il 23enne romeno arrestato a Casal di Principe dopo la fuga da Lanciano, dove assieme a tre complici ha messo a segno la rapina nella villa dei coniugi Martinelli, seviziando con il taglio del lobo dell’orecchio Niva Bazzan.

I fratelli Costantin e Ion Turlica, 22 e 20 anni, e il loro cugino Aurel Ruset, 25anni, “hanno ammesso tutti e tre le responsabilità della rapina alla villa dei coniugi Martelli specificando i ruoli e le responsabilità di ognuno. Hanno indicato in altra persona il responsabile del taglio dell'orecchio della signora Niva Bazzan”. È quanto dichiarato dall'avvocato Domenico Russo al termine dell'interrogatorio di garanzia effettuato nel carcere di Lanciano dal Gip Massimo Canosa, presente il Procuratore Capo di Lanciano, Mirvana Di Serio.

L’altra persona dovrebbe essere proprio Alexandru Bogdan Colteaunu, il capo della banda di rapinatori arrestato nell’agro aversano mentre cercava di vendere un orologio rubato nella villa dei Martelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romeno arrestato nel casertano, i complici lo 'incastrano' davanti al giudice

CasertaNews è in caricamento