La camorra dei cartelloni, gli indagati respingono le accuse

Interrogatorio fiume per Iavarazzo, i suoi fratelli ed il socio Aprile

Hanno risposto alle domande del magistrato rigettando le contestazioni mosse dalla Dda nei loro confronti gli indagati nell'ambito dell'inchiesta della Dia sul business dei cartelloni pubblicitari del clan dei Casalesi.

Nel corso della giornata di ieri si sono svolti gli interrogatori di garanzia per tutti gli indagati colpiti dalla misura cautelare. Hanno risposto alle domande del gip Anna Laura Alfano, respingendo le accuse e cercando di chiarire le loro posizioni, Mario Iavarazzo, i suoi fratelli Francesco e Michele Iavarazzo, Armando Aprile, Gennaro Esposito, Giuseppe Lista e Nicola Sabatino. Interrogatori anche lunghi, tra le 2 e le 4 ore, in cui gli indagati hanno fornito le risposte al magistrato.

Si sono, invece, avvalsi della facoltà di non rispondere Domenico Ferraro, Giuseppe Franco e Lucia Grassia. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Fabio Della Corte, Carlo De Stavola, Giuseppe Stellato, Raffaele Vanacore, Massimo D'Errico, Mario Griffo e Giuseppe Laudante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di illecita concorrenza ed intestazione fittizia di beni, reati aggravati dall'aver favorito la fazione Schiavone-Russo del clan dei Casalesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento temporale sul casertano: strade allagate. E' già caos | FOTO E VIDEO

  • Tra i rifiuti spunta una fattura: vigili urbani incastrano il "mago delle cantine" | FOTO

  • Addio Nando: una vita in musica spezzata da un atroce destino

  • Arrivano nel casertano per le vacanze ma sono positivi al coronavirus

  • Muore a 39 anni dopo il drammatico incidente mentre lavora

  • Corruzione, imprenditore casertano nell'inchiesta col consigliere regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento