menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'aggressione al pronto soccorso

L'aggressione al pronto soccorso

Prende a testate due infermieri nel pronto soccorso: denunciato

Nottata di follia al San Rocco di Sessa Aurunca. I due malcapitati lavoratori feriti

E' un pregiudicato di Teano l'autore dell'aggressione a testate ai danni di due infermieri avvenuta nel corso della notte al San Rocco di Sessa Aurunca.

L'uomo, A.P., di 31 anni, si era recato nel pomeriggio di ieri, venerdì 27 dicembre, presso la struttura ospedaliera aurunca in preda a forti dolori addominali. Sembrava nervoso e con il trascorrere delle ore ha rifiutato le cure firmando le dimissioni. Nella notte, però, è tornato, lamentando gli stessi dolori e sempre più alterato e spazientito. Stavolta, però, ha accettato di farsi curare, pur controvoglia.

Ben presto quella smania si è trasformata in una rabbia furiosa. Il 31enne, alla richiesta di un'inferimiera alla madre di lasciare la stanza, l'ha aggredita colpendola con una testata al naso. Poi ha aggredito anche un altro dipendente della struttura sanitaria, intervenuto, che è stato colpito ad un'arcata sopraccigliare. Addirittura sono stati necessari alcuni punti di sutura.

Nel caos generale gli altri operatori sanitari hanno allertato le forze dell'ordine mentre soccorrevano i colleghi. Una volante della polizia sessana è intervenuta ed ha cercato di calmare il pregiudicato sidicino con la madre, che poco dopo l'aggressione hanno lasciato l'ospedale San Rocco recandosi alla Clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Le due vittime hanno sporto denuncia contro l'aggressore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

  • Cronaca

    Cocktail, birre e assembramenti: chiuso noto locale della movida

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento