rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Casal di Principe

Romeno arrestato nel casertano, ora si indaga sulla rete dei contatti

Nelle prossime ore l'interrogatorio del ragazzo accusato delle sevizie in villa. E Salvini chiede una pena esemplare

Sarà interrogato nelle prossime ore Alexandru Bogdan Colteanu, il 23enne romeno arrestato nel pomeriggio di ieri fuori lo stadio di Casal di Principe, dopo la fuga in seguito alla rapina nella villa dei coniugi Martelli di Lanciano, in provincia di Chieti.

Il giovane, rinchiuso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, è ritenuto dagli inquirenti abruzzesi il capo della banda di tre rapinatori autori del raid in cui è stata seviziata Niva Bazzan. Colteanu sarà messo “sotto torchio” per ricostruire quanto accaduto in questi giorni. In particolare i magistrati si stanno focalizzando sulla rete di contatti del romeno, ricettatori a cui voleva vendere un orologio frutto della rapina nella villa dei coniugi Martelli. Una cessione che probabilmente avrebbe fruttato i soldi necessari per continuare la fuga.

Sul 23enne romeno al momento dell’arresto pendeva inoltre un ordine di carcerazione ad un anno e 4 mesi di carcere per una rapina consumata in provincia di Frosinone

Sul caso è intervenuto nuovamente anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha chiesto una “punizione esemplare per lui e i suoi schifosi compagni criminali, meglio se in Romania”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romeno arrestato nel casertano, ora si indaga sulla rete dei contatti

CasertaNews è in caricamento