Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Appalti a Caserta: Riesame a scaglioni per dirigenti, imprenditore e assessore

Fissate le udienze per i ricorsi contro l'ordinanza di custodia cautelare

Riesame a scaglioni per i 5 indagati, finiti ai domiciliari, coinvolti nell'inchiesta sugli appalti a Caserta. 

Venerdì 28 giugno dovranno presentarsi dinanzi alla dodicesima sezione del Tribunale della Libertà il dirigente Franco Biondi, difeso dall'avvocato Giuseppe Stellato, e l'imprenditore Gioacchino Rivetti, difeso dagli avvocati Vittorio Giaquinto e Luca Tornatora. Il 2 luglio, invece, tocca al dirigente Giovanni Natale e al dipendente comunale Giuseppe Porfidia, entrambi assistiti dall'avvocato Vincenzo Iorio. Nello stesso giorno, infine, è stato fissato il Riesame per l'assessore Massimiliano Marzo, difeso dall'avvocato Gennaro Iannotti. 

Gli indagati rispondono delle accuse di falso e corruzione. Secondo quanto ricostruito dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, imprenditori avrebbero favorito l'elezione di Marzo ottenendo poi appalti nel Capoluogo. L'assessore, ricostruiscono i pubblici ministeri Urbano e Bosso, avrebbe compulsato l'attività degli uffici al fine di 'alterare' le assegnazioni. Le determine di affidamento degli interventi per la Procura sarebbero illegittime. I dirigenti e il dipendente Porfidia per le proprie attività avrebbero ottenuto varie utilità, come lavori svolti presso le proprie abitazioni e anche una polizza assicurativa per un'auto d'epoca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti a Caserta: Riesame a scaglioni per dirigenti, imprenditore e assessore
CasertaNews è in caricamento