rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Fulminato da un palo, due indagati per la morte di Giovanni

Avvisi di garanzia per l'amministratore di condominio e il titolare della ditta di manutenzione

La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha firmato due avvisi di garanzia nei confronti dell’amministratore di condominio e del titolare della ditta che si occupava della manutenzione del parco in cui è morto Giovanni Cepparulo, il 25enne di Santa Maria Capua Vetere scomparso tragicamente all’alba di lunedì.

L’avviso di garanzia, come riporta ‘Il Mattino’, è un atto dovuto per garantire ai due indagati i diritti difensivi dato che la procura ha disposto accertamenti tecnici sul luogo della tragedia, oltre all’incarico ad un medico legale di svolgere l’autopsia sul corpo del 25enne fulminato dopo aver toccato un palo della luce all’interno del parco in cui vive la fidanzata.

I magistrati stanno cercando di fare chiarezza sulla dinamica dell’accaduto: Giovanni stando alla ricostruzione della polizia del commissariato di Santa Maria Capua Vetere è morto folgorato dopo aver appoggiato una mano sul lampione, nel tentativo di scavalcare un cancello. Il ragazzo infatti stava accompagnando la fidanzata a casa, ma la ragazza si era accorta di non avere le chiavi. Per evitare di svegliare i genitori, il 25enne ha cercato di scavalcare l’inferriata ma dal palo è partita la scossa fatale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fulminato da un palo, due indagati per la morte di Giovanni

CasertaNews è in caricamento