menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indagata dipendente dell'Agenzia delle Entrate: "Soldi per evitare le sanzioni"

La Procura chiude le indagini: una farmacia costretta a pagare 21mila euro

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Caserta hanno notificato la chiusura delle indagini ad una funzionaria dell’agenzia delle Entrate ed altri due soggetti, ritenuti responsabili di reati di induzione indebita a dare o promette utilità e rivelazione ed utilizzazioni di segreti di ufficio. 

Le indagini hanno consentito di documentare un complesso e consolidato sistema delittuoso in senso al quale la funzionaria dell’Agenzia delle Entrate di Caserta, Teresa Stellato, con la collaborazione di Saverio Martino, induceva i soggetti destinatari di controlli di natura fiscale a versare somme di denaro per eludere le sanzioni previste per le evasioni commesse. In caso dirigisti il pubblico ufficiale minacciava l’applicazione della sanzione massima.

Il suolo di Martino era quello di avvicinare le vittime e di accompagnare poi la donna agli incontri con gli imprenditori che avvenivano presso il ristorante di Angelo Caputo, remunerato appunto per la messa a disposizione del locale. 

Le indagini, iniziate nel 2012, hanno consentito, in particolare, di documentare che gli indagati avevano indotto la titolare di una nota farmacia di Cancello ed Arnone a farsi consegnare 21mila euro per eludere una pesante sanzione prevista per i reati in maniera fiscale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento