Sindaco minacciato, vertice a Roma: aumentata la sorveglianza per la famiglia

Incontro col sottosegretario dell'Interno. Sotto controllo anche le case. De Rosa sulle dimissioni: "Non ho ancora deciso se ritirarle". Mancano poche ore al "D-day"

Il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa

“Ho sentito forte la vicinanza dello Stato e questo mi fa stare più sereno. Il Ministero dell’Interno era informatissimo su quello che sta accadendo a Casapesenna. Ha manifestato con forza la presenza dello Stato nel nostro territorio e la vicinanza alla nostra famiglia”. Il sindaco Marcello De Rosa è stato accolto a mezzogiorno a Roma dal sottosegretario del Ministero dell’Interno Gianpiero Bocci in seguito all’atto intimidatorio nei confronti del fratello dei giorni scorsi e di ritorno dalla Capitale si è detto “soddisfatto dell’incontro perché il sottosegretario ha preso un impegno importante verso la nostra popolazione e verso tutta la provincia di Caserta e la Campania”.

Infatti sia il sottosegretario Bocci che il Ministro dell’Interno Marco Minniti saranno a metà gennaio (la data è ancora da decidere) a Casapesenna per dire con forza ‘no alla camorra’ e per dire con forza no a questi ‘attacchi’ a quelle che sono le istituzioni dello Stato.

Al sindaco Marcello De Rosa e alla moglie è stata confermata la scorta (il dispositivo è stato approvato lo scorso ottobre) e durante l’incontro (durato alcune ore) si è parlato di tutti gli episodi che hanno coinvolto il primo cittadino e la sua famiglia. Ad accompagnare De Rosa l’onorevole Giovanna Palma che “mi è stata vicino in questi momenti difficili – ha detto il sindaco – dimostrando anche la sua voglia e grande forza di riscatto del nostro territorio”. Per la famiglia di De Rosa invece la Prefettura ha ordinato la vigilanza nelle zone vicino alle abitazioni. Alla domanda sul ritiro delle dimissioni De Rosa però prende ancora tempo: “Non sono ancora sicuro, ed ho bisogno di riflettere ancora. L’incontro è stato positivo ma deve valutare bene il tutto”. Anche se il tempo stringe: la decisione dovrà arrivare entro sabato 23 dicembre. Le dimissioni di De Rosa sono arrivate dopo l'agguato ai danni del fratello Luigi da parte di tre malviventi incappucciati, i quali, dopo aver sparato un colpo contro l'auto, gli intimarono di riferire al fratello di "andarsene dal Comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento