Auto distrutta dopo schianto sulla Nola-Villa Literno

Il sinistro è avvenuto all’altezza dell’uscita di Casal di Principe

Uno schianto violento, gli airbag che si aprono e l’auto che si distrugge. E’ stato un pomeriggio davvero brutto quello che ha trascorso l’automobilista che era al volante della Ford coinvolta in un incidente nel pomeriggio di oggi sulla Nola-Villa Literno, proprio nei pressi dell’uscita di Casal di Principe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’impatto è stato molto violento, tanto che la parte anteriore della vettura era notevolmente danneggiata: si sono aperti anche gli airbag che hanno evitato il peggio. Sul luogo dell’incidente è intervenuta una volante della polizia alla quale sono affidati i rilievi del caso ed anche per segnalare la vettura ferma al centro della carreggiata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento