menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul posto l'ambulanza

Sul posto l'ambulanza

Schianto all'incrocio: muore in ospedale dopo 2 giorni di agonia

Si è spento Nobis. E' il secondo incidente in due settimane al quadrivio delle Madonnelle. Il sindaco De Rosa: "Subito conferenza dei servizi, non possiamo attendere oltre"

E' morto per delle complicazioni sopraggiunte dopo il ricovero avvenuto in seguito allo schianto, di giovedì, all'incrocio tra via del Giglio e corso Europa, tra Casapesenna e San Cipriano d'Aversa. La vittima è Vincenzo Nobis, di 63 anni di Casapesenna. 

L'impatto, secondo una prima ricostruzione operata dai carabinieri, sarebbe avvenuto per una mancata precedenza con due auto che si sono urtate violentemente. Il bilancio era di tre feriti, tutti trasportati in ospedale, con il 63enne che era quello in condizioni più critiche. La situazione è precipitata nelle ultime ore con l'uomo che è spirato in ospedale. Al momento non ci sono indagati. I test alcolemici effettuati sui conducenti delle auto hanno dato esito negativo. Con ogni probabilità si è trattato di una distrazione che complice l'elevata velocità delle vetture ha causato la tragedia. 

Resta il problema dell'incrocio che collega San Cipriano a Casapesenna (incrocio delle Madonnelle) che a quanto pare è piuttosto pericoloso. Solo due settimane fa si è verificato un altro incidente. "Sicuramente tocca fare qualcosa - dichiara il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa - Già lunedì chiederò la convocazione di una conferenza dei servizi con il sindaco di San Cipriano e la provincia di Caserta (proprietaria di altre due strade che compongono il quadrivio nda). Sono molto rammaricato per quanto accaduto. Non riesco ad immaginare quale sia la problematica: ci sono lampeggianti e segnali di stop. Ma se si sono verificati due incidenti in un lasso di tempo così breve significa che qualcosa non va. Non possiamo attendere altro tempo", conclude De Rosa.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento