Incidenti stradali

Il dolore del sindaco per Pasquale e Chiara: “Belli e combattivi, siamo increduli”

Vozza ricorda il nipote e la fidanzata. Le salme rientreranno a casa nei prossimi giorni

Pasquale Vozza, 36 anni, ha perso la vita nell'incidente insieme alla fidanzata

“La tragica morte di due giovani lascia increduli”. E’ il pensiero del sindaco di Casagiove Giuseppe Vozza per ricordare il nipote Pasquale, 36 anni, deceduto domenica in un drammatico incidente in provincia di Arezzo insieme con la fidanzata Chiara Esposito.

“Il primo pensiero è per loro, per l’interruzione del loro progetto di vita, poi per i loro genitori, per lo sforzo che dovranno fare per sopravvivere, poi per i fratelli, poi per i parenti come me, ed infine per tutti quelli che li hanno conosciuti e ne hanno apprezzato le doti” ricorda Vozza.

“Pasquale e Chiara li ricordiamo tutti come ragazzi che amavano la vita, erano belli, sorridenti, forti, vivaci, pieni di energia e combattivi. Sono certo che il verde dei Suoi pascoli lassù saprà accoglierli e coccolarli dolcemente” ha concluso.

Le salme dei due ragazzi dovrebbero rientrare a casa nei prossimi giorni dopo gli esami che saranno decisi dal magistrato a cui è stato affidato il caso. Da una prima ricostruzione sembra che la vettura sulla quale viaggiavano i due ragazzi casertani (lui di Casagiove, lei di Caserta) sia uscita fuori strada, ribaltandosi. Pasquale è deceduto sul colpo, mentre Chiara è morta dopo l’arrivo in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dolore del sindaco per Pasquale e Chiara: “Belli e combattivi, siamo increduli”

CasertaNews è in caricamento