Incidenti stradali Santa Maria Capua Vetere

La morte di Enrico: si indaga sulla dinamica dello schianto

Il 34enne era in sella alla moto quando è entrato in collisione con una vettura

Le parole dei testimoni e poi i rilievi tecnici che dovranno essere compiuti dai periti. 

Saranno questi gli elementi che dovranno aiutare la polizia stradale a fare luce sull'incidente in cui ha perso la vita Enrico Tavano, il pasticciere 34enne di Santa Maria Capua Vetere, morto martedì mattina mentre si recava da Marcianise (dove viveva) a Capua per lavoro.

Quello che gli agenti dovranno capire è se l'incidente tragico in cui ha perso la vita il novello sposo sia stato causato da una manovra sbagliata o da una tragica fatalità. Enrico Tavano era in moto quando è entrato in collisione con un'autolmobile.

Per questo motivo la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha aperto un fasciolo. La salma è stata portata all'istituto di Medicina Legale per l'autopsia.

Tutto questo, naturalmente, rallenterà un po' la riconsegna della salma per i funerali. Intanto sui social non si contano i messaggi di cordoglio per la morte di Enrico. "Un amico, un ragazzo buono e sempre pronto con il tuo sorriso ad accogliermi nel tuo bar" lo ricorda Agostino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Enrico: si indaga sulla dinamica dello schianto

CasertaNews è in caricamento