rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Mondragone

Famiglia sterminata dopo lo schianto: processo al conducente del Suv

Nell'incidente persero la vita tre persone. I carabinieri sentiti dal giudice

Fu una vera e propria strage. Un'intera famiglia sterminata in un drammatico incidente stradale avvenuto sulla Domitiana a Mondragone il 22 gennaio 2015.

In quell'impatto fatale morirono Francesco Ragucci, di 45 anni, sua figlia Maddalena appena 16enne, e Carmine Mingione, fratello della moglie della vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato De Stavola. Per quella tragedia è finito sotto processo, con l'accusa di omicidio colposo, F.D'I, di Formia. Stamattina in aula sono stati ascoltati i carabinieri che intervennero sul posto quella drammatica sera.

Ragucci viaggiava con la sua famiglia a bordo di una Fiat Grande Punto quando si scontrò con un Suv Honda. In seguito all'impatto l'auto si ribaltò finendo fuori strada. I militari hanno raccontato della tremenda scena che si trovarono davanti al loro arrivo sulla Domitiana, al chilometro 22,50 non distanti da un incrocio. L'auto su cui viaggiavano le vittime era nella boscaglia a lato della carreggiata mentre l'altra vettura era di traverso, al centro della strada.

"L'asfalto era bagnato per la pioggia", hanno riferito i carabinieri che hanno confermato l'esito negativo dei test tossicologici cui fu sottoposto l'imputato. "Il tappetino d'asfalto era in buone condizioni. Abbiamo verificato anche nei giorni successivi e non ci fu una perdita di olio o benzina dai veicoli", hanno rivelato al giudice. Il processo è stato poi rinviato alla metà di marzo per il prosieguo dell'istruttoria dibattimentale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia sterminata dopo lo schianto: processo al conducente del Suv

CasertaNews è in caricamento