rotate-mobile
Cronaca Portico di Caserta

Caos per l'impianto di cremazione per animali, l'azienda: "Abbiamo le autorizzazioni"

L'inceneritore sorgerà a poco centinaia di metri dal centro cittadino

E’ scoppiato il caos per la prossima apertura nell’area Pip di Portico di Caserta di un impianto per la cremazione di animali. Ai dubbi dei cittadini e del sindaco Giuseppe Oliviero sulle possibili ripercussioni ambientali risponde la società Servizi Cimiteriali, appaltatrice del forno crematorio.

L’azienda in una nota smentisce la compartecipazione nella società della ditta di onoranze funebri Cerreto di Marcianise. Inoltre l’attività della Servizi Cimiteriali “è derubricata di ‘Prima Categoria’, ovvero alla stregua di altrettanti attività presenti nel comparto industriale di Portico di Caserta, come ad esempio l’attigua falegnameria e quella a latere carrozzeria e verniciatura, e così tante altre”.

L’impianto di cremazione, oggetto di discussioni nei giorni scorsi, ha ottenuto dai competenti organi di verifica e controllo tutti i permessi richiesti relativi all’immissione in atmosfera, agli scarichi in fogna ed impatto acustico. In particolare l’Arpac ha richiesto a titolo di prescrizione il monitoraggio in continuo del tenore di ossigeno in uscita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos per l'impianto di cremazione per animali, l'azienda: "Abbiamo le autorizzazioni"

CasertaNews è in caricamento