rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Ospedale e centri commerciali restano aperti dopo il rogo

Vertice in Prefettura dopo l'incendio alla Lea, Asl e Arpac rassicurano Velardi

Il vento soffia a favore, è il caso di dirlo, di Marcianise. Dal comitato provinciale dell'ordine pubblico e sicurezza - convocato d'urgenza stamattina in Prefettura dopo il violento rogo che si è verificato nelle prime ore di stamattina presso l'azienda rifiuti sotto sequestro Lea - arrivano indicazioni piuttosto rassicuranti, in attesa dei dati ufficiali di Asl e Arpac che stanno monitorando la situazione.

A fare un bilancio parziale è il sindaco Antonello Velardi che spiega come "i primi dati certi sugli effetti del rogo si conosceranno solo domani, e comunque in modo incompleto. L'Arpac e l'Asl non sono in grado di fare prima. A mia volta non posso emettere alcun provvedimento a tutela della salute pubblica in mancanza di dati ufficiali. Sia l'Arpac sia l'Asl hanno però rassicurato tutti i partecipanti alla riunione. Secondo i loro accertamenti, calcolando la direzione dei venti, possono restare regolarmente aperti sia l'ospedale sia i centri commerciali".

Ma restano le raccomandazioni già diramate dal sindaco alla cittadinanza nel corso della mattinata. "Non ci sono prescrizioni, ci si affida alla prudenza di ognuno. Personalmente, comunque, ho già invitato i miei concittadini qualche ora fa ad essere prudenti e a non mettersi a rischio. Non ho partecipato alla riunione in Prefettura, ho inviato l'assessore Cinzia Laurenza. Io sono rimasto sul luogo del disastro, mascherina sul volto, abiti inzuppati di fumo, dando testimonianza a tutti coloro che stanno lavorando da stamattina per difendere la nostra salute". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale e centri commerciali restano aperti dopo il rogo

CasertaNews è in caricamento