rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Incendio alla Lea, trovati rifiuti tossici I FOTO

Gli accertamenti della polizia giudiziaria dei vigili del fuoco sulla natura presumibilmente dolosa

Oltre 2000 metri cubi di rifiuti ancora giacenti presso la Lea Srl, società di stoccaggio e trattamento di rifiuti pericolosi e non sita nell'area industriale di Marcianise. L'incendio si è propagato dopo le 13 e vede ancora impegnate 5 squadre dei vigili del fuoco di Caserta e Marcianise a domare le fiamme con l'ausilio di due autobotti con una capienza di 8000 litri d'acqua, una chilolitrica da 28mila litri, un carro schiuma ed un carro aria.

Incendio Lea Marcianise

Durante le operazioni di spegnimento i caschi rossi hanno scovato rifiuti tossici interrati e per tale motivo si è richiesto il supporto della NBCR di Caserta squadra antibatteriologica del corpo dei vigili del fuoco per il trattamento di sostanze tossiche ed inquinanti. Richiesto anche il supporto del GOS da Napoli per le operazioni di smassamento dei cumuli putrescenti ed anneriti mediante escavatori.

L'incendio in parte é stato contenuto. Proseguono le operazioni di accertamento sulla natura presumibilmente dolosa ad opera della polizia giudiziaria dei caschi rossi e le analisi ad opera del personale Asl ed Arpac giunto presso il sito di stoccaggio. L'area marcianisana della Lea Srl nell'ottobre scorso era già stata teatro di un rogo di ingenti dimensioni avvenuto a pochi giorni dal sequestro dell'impianto che portò all'arresto ad opera della guardia di finanza di Marcianise, del titolare e di due autotrasportatori per gestione e traffico illegale di rifiuti. Difatti al momento dell'incendio è stata necessaria la presenza dei carabinieri di Marcianise per la rimozione dei sigilli al sito consentendo così le opere di spegnimento ad opera dei caschi rossi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio alla Lea, trovati rifiuti tossici I FOTO

CasertaNews è in caricamento