Tre incendi in poche ore: rifiuti ancora in fiamme | FOTO

Nel rogo 'inghiottiti' plastica, vetro, scarti edili e legno: intervento dei vigili del fuoco

L'incendio in località Pinetamare domato dai vigili del fuoco

In fiamme l'ennesima discarica a cielo aperto a Castel Volturno: in fiamme rifiuti e vegetazione. E' successo in via Fiume Tanaro verso le 8.40 dove le fiamme hanno avvolto un terreno incolto di circa 500 metri quadrati ricoperto di sterpaglie ed adibito a discarica open air.  

Plastica, vetro, guaine bituminose, legno, materiale di risulta edile e rifiuti solidi urbani sono stati inghiottiti nel rogo. Le fiamme alte e l'odore acre di 'buon mattino' hanno fatto scattare l'allarme tra i residenti delle abitazioni limitrofe. La squadra dei vigili del fuoco Terra dei Fuochi di Mondragone ha circoscritto tempestivamente l'incendio evitando che si propagasse alle vicine abitazioni scongiurando così il peggio.

Rogo anche vicino al Lago Patria

In fiamme vegetazione e rifiuti a Castel Volturno. Odore acre e fiamme alte hanno avvolto poco dopo le 10 un'area di circa 700 metri quadrati. Un ennesimo terreno incolto e senza alcuna recinzione adibito a discarica. Oltre alla vegetazione sono stati divorati dalle fiamme pneumatici, materiale ferroso, scarti di risulta, vetro, plastica, sacchi di rifiuti solidi urbani.

Scattato l'allarme tra i residenti di viale Lago Patria, la squadra dei vigili del fuoco della Terra dei Fuochi di Mondragone ha circoscritto il rogo scongiurando il peggio. Aria irrespirabile e disappunto dei cittadini stanchi di 'riempirsi i polmoni di fumo' è ciò che si è fatto largo tra arsi cumuli di immondizia e vegetazione distrutta.

Incendio pure a Pinetamare 

Ancora fiamme a Castel Volturno. A distanza di poche ore si sono registrati tre incendi. Dopo via Fiume Tanaro e viale Lago Patria è la volta di via Forlì in località Pinetamare. Un maxi rogo divampato verso le 12.30 su un'area di circa 600 metri quadrati. L'ennesimo terreno incolto ricoperto di sterpaglie ed utilizzato come un immondezzaio a cielo aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Materiali ferrosi, carcasse di elettrodomestici dismessi e rotti, tubi in pvc, legno, vetro, scarti edili e rifiuti solidi urbani sono stati divorati dalle fiamme ben visibili che hanno fatto scattare l'allarme. La squadra dei vigili del fuoco Terra dei Fuochi di Mondragone ha sedato l'ennesimo rogo scongiurando il peggio per i residenti in zona. Odore acre ed aria irrespirabile sono il corredo di questa 'giornata dei roghi' castellana, appena cominciata...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento