Rifiuti in fiamme nella ditta di stoccaggio: era stata sequestrata

I controlli alla Be.Ma effettuati lo scorso settembre: accertata una presenza eccessiva di rifiuti

L'incendio alla Be.Ma

La Be.Ma. di Villa Literno, l’azienda specializzata nel recupero imballaggi dove nella serata di mercoledì è divampato un maxi incendio che ha mandato in fumo tonnellate di rifiuti e plastiche, era stata oggetto di ispezioni e controlli ambientali da parte di forze dell'ordine e degli stessi vigili del fuoco.

 L’azienda nel settembre 2018 era stata anche sequestrata: durate un blitz erano stati infatti trovati più rifiuti rispetto a quanto prescritto. Nell’occasione era stata infatti accertata la presenza di circa 15.000 tonnellate di rifiuti, a fronte delle 2.000 prescritte.

I vigili del fuoco intervenuti verso le 23 di mercoledì dopo le prime segnalazioni dai residenti della zona sono riusciti a domare le fiamme soltanto questa mattina, mentre l’intero agro aversano ha passato una notte da incubo per la puzza che si è diffusa nell’aria.  Le fiamme hanno interessato in particolare cumuli di materiale cartaceo, cartoni pressati, che erano posti all'esterno dei capannoni, sul piazzale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Coronavirus, record di nuovi contagi nel casertano: altri 120 casi in Campania

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio dei contagi: nuovi casi ad Aversa e Castel Volturno

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

  • Coronavirus, muore un uomo di Marcianise ricoverato in ospedale

  • Sacerdote e fedeli in chiesa per la Domenica delle palme nonostante i divieti

Torna su
CasertaNews è in caricamento