Assolti due noti imprenditori di una ditta di autotrasporti

A distanza di sette anni dai fatti sono stati assolti dai giudici

Gli imprenditori sono stati assolti dal giudice penale monocratico Provvisier

Il giudice penale monocratico del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Fabio Provvisier, ieri ha prosciolto Vittorio Di Pinto, 43 anni, e Natale Martino Enzo, 62 anni, ambedue di Roccamonfina, accusati di truffa aggravata.

Pienamente accolta la richiesta assolutoria degli avocati difensori Raffaele Crisileo e Gaetano Crisileo. I due imprenditori noti perche’ gestori di un servizio di pullman, titolari di un’azienda di autotrasporti denominata Ditta Cooperativa Alto Casertano, con sede a Roccamonfina.

Stando all’ipotesi accusatoria avrebbero partecipato a numerose gare municipali per il servizio trasporto viaggiatori su strada in ambito  nazionale ed internazionale, gare bandite da diversi comuni dell’alto casertano (tra cui la stessa Roccamonfina, Tora e Piccilli, Conca della Campania e Marzano Appio) e avrebbero prodotto, per ogni gara cui avrebbero partecipato, un’attestazione  di idoneità professionale che non era in loro possesso, ma apparteneva ad una ex loro dipendente che aveva licenziato alcuni anni prima.

Per questo specifico avrebbero conseguito dei vantaggi e dei benefici economici essendo stati regolarmente retribuiti per i servizi espletati, ma in realtà non avrebbero potuto espletare perché questi servizi di trasporto erano loro stati affidati solo perché avrebbero fatto ricorso all’artificio di esibire una documentazione non loro.

Tutto nacque a seguita di denuncia cui seguirono una serie di complesse attività di polizia giudiziaria. Da qui prima la richiesta di rinvio a giudizio del Pm e poi il decreto che dispone il giudizio da parte del giudice dell’udienza preliminare. Ieri, a distanza di sette anni dai fatti, il giudice Provvisier ha posto fine a questa vicenda accogliendo la tesi dell’avvocato Crisileo e prosciogliendo i due imprenditori roccani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento