rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Castel Volturno

Accusato di aver rubato dei cavi elettrici in un cantiere, imprenditore viene assolto

Assolto dal giudice perché il fatto non sussiste

Assolto perché il fatto non sussiste. È quanto disposto dal giudice monocratico Federico Somma del tribunale di Napoli nei confronti di S.C., 45enne imprenditore edile di Castel Volturno, finito sotto processo per truffa e furto aggravato. Il 45enne castellano, difeso dall'avvocato Ferdinando Letizia, è stato accusato di aver rubato dei cavi elettrici nel cantiere di un edificio in via Salvator Rosa a Napoli dove gli erano stati affidati i lavori di ristrutturazione di un appartamento. Lavori per i quali aveva ricevuto un anticipo di 2mila euro e secondo l'accusa mai conclusi. La difesa ha evidenziato l'estraneità dei fatti di S.C. ed il giudice monocratico partenopeo ha pronunciato formula assolutoria nei confronti del professionista castellano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di aver rubato dei cavi elettrici in un cantiere, imprenditore viene assolto

CasertaNews è in caricamento